Ugrás a tartalomra

"Oasi di pace" tra due fiumi navigabili e città

Salvatore által kiadott Privát szoba, falusi szálláshely
6 vendég2 hálószoba4 ágy1 privát fürdőszoba
Lemondási feltételek
Add meg az utazásod időpontjait, hogy megtekinthesd a foglalásra vonatkozó lemondási részleteket.
Vedi foto

Alvási lehetőségek

1. hálószoba
1 db 125–149 cm széles ágy, 1 db 80–109 cm széles ágy
2. hálószoba
1 db 125–149 cm széles ágy, 1 db 80–109 cm széles ágy

Jellemzők

Konyha
Fűtés
Légkondicionálás
TV
Ingyenes parkolás a helyszínen
Vállfák
Mosógép
Laptopbarát munkaterület
Nem érhető el: Szén-monoxid-érzékelő
Nem érhető el: Füstérzékelő

Érkezés dátumának kiválasztása

A pontos ár megtekintéséhez add meg az utazás dátumait
Érkezés
Dátum hozzáadása
Távozás
Dátum hozzáadása

Nincsenek vélemények (egyelőre)

Örömmel segítünk, hogy az utazásod zökkenőmentes legyen. Minden foglalást fedez az Airbnb vendégekre érvényes visszatérítési szabályzata.

Elhelyezkedés

Al Brindisi
13.7 mi
Cathedral of Ferrara
13.8 mi
Clandestino
13.9 mi
Palazzo Schifanoia
14.3 mi

Házigazda: Salvatore

Csatlakozás időpontja: 2018. szeptember
  • Ellenőrzött
Sono un artista, perché sono nato tale; infatti sin dalla nascita, sono stato accolto in questa realtà fisica, nel momento più cruento di bombardamenti, sganciati da aerei americani, alle ore 6,00 del lontano 20 marzo del 1943, tra la massa di civili inermi. Mentre altri lasciavano questa vita, io, iniziavo a farne parte. Non so per quale recondito motivo, ma risulta che mi rifiutavo di parlare, come mi raccontavano i miei genitori, sino all'età di 4 anni; al punto che, rassegnati all’evidenza, mi ritenevano muto; di converso, esprimevo i miei desideri, scarabocchiando per terra con del carbone, abbondantemente presente sotto, l’unico letto comune (In quel letto si dormiva in 5 persone). Evidentemente sono stati questi disaggi che hanno foggiato in me l’artista, che inconsapevolmente, era in me; stante il fatto che, comunicavo con mia madre e mio padre, disegnando, naturalmente, con il carbone sul pavimento. Quei segni tracciati per terra han fatto di me un precoce artista della comunicazione. La mia prima parola, pronunciata, è stata una imprecazione di stizza, contro un mio coetaneo, che per scherzo, intendeva divertirsi a i miei danni; ovviamente mio padre, che divertito assisteva l’episodio ludico, sgranò gli occhi, gridando al miracolo, dopo aver sentito per la prima volta la mia voce, e quell’imprecazione ben precisa, sintetica e circostanziata, smentiva senza alcun dubbio che non ero muto, ma mi rifiutavo di parlare. Da quel giorno in poi, forse, compresi che, si potevano trasmettere emozioni ed idee, oltre che con i segni tracciati col carbone, anche con le parole, che chiaramente conoscevo. Non conosco, ad oggi, il motivo, grazie al quale mio padre, dopo la gioia iniziale del mio esordio vocale, più di una volta, ebbe a dire, forse per farne dell’ironia, che mi avrebbe preferito come ero prima; non certo perché io smisi di trasmettere le mie emozioni tracciando dei segni per terra, anche perché, poi, al carbone, sostituii l’inchiostro ed il pennino, tracciando dei veri e propri disegni su tutte le carte che riuscivo a reperire. Il mio esordio nell’arte, ovviamente, subbi comprensibili mutazioni, con l’aprirmi alla conoscenza di variegati mezzi e strumenti legati al desiderio di voler comunicare le mie emozioni, affascinato, come lo sono sempre stato, per il disegno, i colori e il fascino dei contrasti (luci ed ombre), che fanno intravedere la realtà, nel suo mutevole divenir (Website hidden by Airbnb) Perché ho voluto puntualizzare questa strana dinamica, retaggio della mia genesi evolutiv (Website hidden by Airbnb) Perché credo che ogni uno di noi misura la propria crescita, non sola parametrandosi con lo strumento del metro, relativamente all’altezza e magari anche alla circonferenza, ma soprattutto, per quanto concerne quella della personalità, la psiche e il carattere; la mutazione avviene tramite il rapporto di causa ed effetto che foggia le nostre reazioni e relazioni con la nostra vita, con la collettività della quale ne facciamo parte, nella società più allargata e con tutta quella umanità che ci orbita intorno, sia diretta che indiretta. E bene; il sottoscritto, dopo innumerevoli esperienze che hanno segnato il percorso della mia vita, da quella dell’infanzia, scolastica, lavorativa, genitoriale, sociale ho scoperto quella “Umana”, nella quale riesco a rispecchiarmi e riconoscermi in ogni essere vivente compreso tutte le creature; apprezzando per quanto affermato quel meraviglioso “Cantico delle creature” di Francesco d'Assisi composto intorno al 1226. All’uopo, con mio sacrificio e parte quello dei miei genitori, ho acquistato una fattoria, che ho sentito mia, a prima vista, da quando ho visto pubblicate le sue foto, allo scopo di trasformare questo luogo, incastonato nella naturale bellezza della pianura polinesiana, distante dall’abitato, al fine di destinare questo luogo in una comunità tra artisti indigenti, per una vita più dignitosa e armoniosa e riscoprire quello spirito di “Solidarietà umana”, che alberga in ogni uomo, liberandolo dall’idiozia e dalla stupidità dell’Ego. Stante il fatto che, per realizzare, quanto desiderato, occorrono molti fondi, mi auspico, con pazienza e costanza, tracciare un progetto predefinito, consono con le finalità prefissata, per trasformare questa realtà,con lo scopo di realizzare l’importanza di ogni componente, innalzando l’uomo nella sua peculiare realtà e unicità per esaltare quella crescita individuale e collettiva, che potrà raggiungere il massimo del proprio splendore operando per e per tutti gli altri.. E’ mio desiderio, creare i presupposti, per istaurare nel contesto della comunità, una economia circolare ed autarchica, tale, da costituire un modello, che si possa clonare, e come tale, moltiplicarsi a dismisura, per migliorare questa nostra società a livello planetario; metodo sicuro e certo, grazie ad esempi concreti, per mutare questa nostra umanità, non certo per creare delle contrapposizioni ma che grazie all’emulazione, scoprire quelle coesioni tali, dove ogni uomo, possa sentirsi, in pieno diritto, fratello dell’altro uomo.
Sono un artista, perché sono nato tale; infatti sin dalla nascita, sono stato accolto in questa realtà fisica, nel momento più cruento di bombardamenti, sganciati da aerei american…
  • Nyelvek: English, Français, Italiano, Español
  • Válaszadási arány: 0%
  • Válaszadási idő: néhány nap vagy több
A fizetésed védelme érdekében soha ne utalj pénzt és ne kommunikálj az Airbnb webhelyén vagy appján kívül.

Tudnivalók

Házirend
Érkezés: 15:00–20:00
Gyerekeknek (0–12 év) nem biztonságos vagy megfelelő
Háziállatok engedélyezettek
A dohányzás engedélyezett
Egészség és biztonság
Az Airbnb közösségi távolságtartásra vonatkozó és a COVID-19-hez kapcsolódó egyéb irányelvei érvényesek
Nincs szén-monoxid-érzékelő
Nincs füstérzékelő

Ismerj meg más lehetőségeket is Bagnolo di Po területén vagy annak közelében

További szálláshelyek Bagnolo di Po városában: